Regime fiscale dei pensionati in Grecia

I pensionati residenti in Grecia secondo le ultime normative hanno un regime fiscale che segue lo schema seguente:

  • fino a 25.000 euro annui imposizione fiscale del 22%
  • dai 25.000 fino ai 42.000 (differenza  17.000) euro annui imposizione fiscale del 32%
  • eccedente oltre i 42.000 euro imposizione fiscale del 42%

La differenza con la legge precedente che prevedeva la non tassabilità dei redditi fino ai 12.000 euro ha destato qualche malumore locale. Considerando comunque la possibilità di trasferirsi in Grecia nella fattispecie di un pensionato con circa 1.000 euro lordi al mese, la pressione fiscale a cui andrebbe incontro sarebbe di prima fascia (22% cioè 2.640 euro). L’importo fisso non tassabile deducibile annualmente è di 2.100 euro valido per tutte le fasce. Vivere da pensionato in Grecia quindi peserebbe a livello di tassazione 540 euro l’anno con una pensione netta annuale di euro 11.460.

 Al di là del regime fiscale oggi la Grecia rappresenta una grande opportunità per molti pensionati italiani che spossati dalla vita di città cercano una qualità di vita ormai persa. Molti stanno già facendo questo passo, ricordando magari di un posto dove sono stati in vacanza anni fa e i numeri sono in continuo aumento. La crisi economica degli ultimi anni dall’altra parte ha creato tante opportunità nel settore immobiliare che ha registrato un calo notevole dei prezzi anche del 15-20% in molte zone anche vicino al mare. Questa contingenza sembra essere quindi anche una buona opportunità per trovare l’immobile vicino al mare che per molti rappresenta il sogno di una vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *